L’ illuminazione di uno stand: i giochi di luce

L’ illuminazione di uno stand: i giochi di luce

Con la luce giusta, tutto può cambiare

Nell’allestimento di uno stand la luce è uno degli elementi più importanti da considerare, in grado di cambiare radicalmente la customer experience di chi poi ci visiterà, per questo è essenziale scegliere l’impianto di illuminazione corretto, per trasmettere l’atmosfera che vogliamo comunicare. La luce deve essere considerata, quindi, una parte integrante del progetto, al pari di architettura, design e materiali.

Sembra semplice, vero? Ecco come farlo.

Per decidere la tipologia di luci – e le conseguenti combinazioni – è importante tenere conto del contesto in cui lo stand andrà allestito, considerando quali saranno le luci già presenti (soprattutto in contesti fieristici) e l’importanza delle luci naturali, che avranno altrettanta influenza sul risultato finale.

È inutile dire poi, quanto sia importante avere sempre presenti le scelte di architettura e design che si è deciso di adottare, dato che anche queste avranno un peso non secondario nella resa dell’ambiente nel suo insieme.

Scegli l’atmosfera

Ad ognuno il suo, si potrebbe dire, infatti, ogni prodotto ha dei toni di luce prescelti, in grado di esaltarne gli aspetti che non possono essere trasmessi a parole. Per poter scegliere correttamente l’illuminazione del tuo stand, infatti, è necessario chiedersi “Qual è la migliore atmosfera che posso trasmettere ai miei visitatori?” Ad esempio, se desideriamo creare un ambiente familiare e intimo, preferiremo sempre un’illuminazione calda e soffusa, al contrario, se il nostro scopo è comunicare innovazione e modernità è più opportuno optare per luci fredde, che esaltino i contrasti.

Via libera alla creatività

Sicuramente la creatività gioca un ruolo fondamentale nella riuscita dello stand nel suo insieme, giocare con le luci lasciandoci trasportare dalla nostra fantasia, infatti, è fondamentale per donare al nostro spazio quel tocco di personalità, che solo noi, profondi conoscitori del prodotto che stiamo per esporre, possiamo dare. Esistono tuttavia delle linee guida che ci aiutano, da questo punto di vista, a gestire al meglio il nostro stand, che scopriremo in seguito.

Luci? Sì, grazie. 

La tecnica più diffusa per dare valore ad un prodotto particolarmente importante è detta illuminazione d’accento, si tratta di un fascio di luce che colpirà il nostro prodotto in un punto preciso, attirando l’occhio del visitatore ed invitandolo ad entrare nello stand. È un tipo di illuminazione molto efficace, ma si adatta particolarmente bene ad ambienti scuri, meglio ancora se completamente bui.

Se la condizione non ce lo permette, si può decidere di utilizzare un insieme di luci che si combinano in “effetti speciali”, in questo caso i fili di Led diventano i nostri migliori amici. Posizionabili senza difficoltà, creano meravigliosi effetti di retroilluminazione, magari in combinazione a luci più dinamiche, che possono cambiare colore ravvivando lo spazio e creando dei percorsi visivi fuori dal comune.

Si può ricorrere, in molte situazioni, all’uso di pannelli illuminanti per personalizzare lo spazio, esaltando il brand agli occhi dei visitatori.

Rimane, in tutto ciò, estremamente importante il dialogo tra architettolight designer e cliente, così da trovare i corpi illuminanti più adatti al tuo brand ed al tuo spazio espositivo.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


StandFacile ® | LABzerocinque s.r.l.s. Via degli Artigiani, 51 50041 Calenzano, FI Firenze (Italy) | mail: | PEC:
phone: Visual Manager: Savio Brudetti 338-9918038 | PIVA: 06398120482 | C.F.: 06398120482 | REA: | CS: