Come Scegliere La Grandezza Del Proprio Stand Fieristico

Come Scegliere La Grandezza Del Proprio Stand Fieristico

Scegliere la grandezza del proprio stand quando si va ad una fiera non è cosa da poco. Bisogna sceglierlo attentamente se si vuol far colpo!

La prima cosa che viene in mente quando si pensa ad una fiera è lo stand. Per un’azienda, lo stand fieristico è una vetrina, il luogo in cui si incontra la nuova clientela e nuovi possibili partner; uno spazio funzionale e accogliente in cui comunicare al meglio i propri valori, prodotti e servizi. Per questo motivo lo stand deve essere accogliente e capace di attirare il pubblico.

Occasioni promozionali come quella di avere uno stand ad una fiera di settore vanno pianificate con attenzione, avvalendosi di consigli e di professionalità specializzate in grado di aiutare lungo tutto l’iter di organizzazione, sia burocratico prima che allestitivo poi in fiera.

Sappiamo che lo spazio espositivo che viene concesso a disposizione gioca un ruolo fondamentale nella scelta dello stand finale (in base a questo infatti i progettisti solitamente decidono se creare uno stand aperto o chiuso – i più comuni sono: stand di fila, stand d’angolo, stand a penisola, stand a L, stand isola); ma è l’unico aspetto a giocare un ruolo così importante nella scelta dello stand e della sua dimensione?

La scelta della dimensione di uno stand fieristico o di un allestimento è di cruciale importanza per rendere positiva e finalizzante la propria presenza in fiera. Lo stand, per essere di dimensioni ottimali rispetto ai propri obiettivi, deve tenere in considerazione una moltitudine di fattori, come il design dello stand, il budget a disposizione e la tipologia dell’evento a cui si partecipa.

Esistono quindi dei passi fondamentali da fare per poter serenamente scegliere lo stand più adatto alle proprie esigenze, ovvero alcuni aspetti fondamentali da tenere sempre in considerazione quando si vuol essere sicuri di non sbagliare nella gestione dello spazio in cui si vuol sviluppare il proprio stand:

  • Analizzare l’evento

Avere una buona panoramica sulla rassegna a cui si parteciperà è un aspetto da non sottovalutare. Prima di bloccare e acquistare lo spazio bisognerà capire se la fiera è ad esempio di alto o basso profilo in quanto nel primo caso potrebbe essere conveniente investire per ottenere uno spazio espositivo più ampio. Solo dopo aver analizzato in anticipo tutti i dettagli della manifestazione e le aziende partecipanti sarà possibile cominciare a definire la grandezza di cui si pensa di aver bisogno per la costruzione del proprio stand.

  • Gestire il budget a disposizione

La gestione del proprio budget a disposizione è un elemento fondamentale da tenere in considerazione quando ci si prepara a partecipare ad una fiera con uno stand. Se si vuole un stand grande bisogna esser sicuri di poterselo permettere così come non ha senso progettare uno stand enorme se il budget che abbiamo a disposizione per l’intera fiera è ridotto. Avere una chiara visione della propria disponibilità economica aiuterà sicuramente nella scelta, se non dello stand in sé delle aziende specializzate che si occupano di realizzare allestimenti fieristici, di modo da trovare il giusto compromesso tra le proprie capacità di spesa e le dimensioni dello stand da realizzare. Affidarsi ad esperti permette inoltre di massimizzare al meglio l’investimento scegliendo solo ciò che realmente serve.

  • Valutare il tempo di cui si ha bisogno

Anche il tempo è una variabile importantissima quando si vuol costruire uno stand. Uno stand di grandi dimensioni infatti richiederà più tempo sia per la progettazione che poi per l’installazione, mentre uno stand di piccole dimensioni è più facile e veloce da montare, rivelandosi spesso decisamente performante se non si vuole, soprattutto, spendere troppo budget in trasporto logistica ed altre operazioni come quelle di montaggio e smontaggio. Se si ha abbastanza tempo e denaro a disposizione per soddisfare le idee nulla vieta di creare stand più complessi, ma in caso contrario è bene concentrarsi solo sull’essenziale progettato per portare risultati.

  • Lo spazio messo a disposizione dagli organizzatori della fiera

Questo è uno degli aspetti che più determina la dimensione che andrà ad avere lo stand. E’ un vincolo fisico oggettivo imposto dall’organizzazione della manifestazione stessa e che influisce direttamente su tutta la progettazione dell’allestimento in quanto dà un’idea esatta circa il tipo e la dimensione dello stand di cui si avrà bisogno. A seconda dell’area disponibile si potrà dare libero sfogo alle idee di progettazione per occuparlo efficacemente.

  • La consapevolezza del proprio brand

Lo stand fieristico rappresenta la propria azienda e il proprio brand durante l’evento per cui è bene non solo conoscere ma anche capire e seguire le linee guida del proprio marchio per decidere e valutare le varie idee di progettazione e le dimensioni da dare allo stand.

  • Attività interattive

Sono necessarie nel caso in cui si intenda proporre dimostrazioni, giochi, conferenze od altri tipi di intrattenimento per gli ospiti. Va da sé che se si necessita di apparecchiature interattive il nostro stand dovrà essere grande abbastanza da contenerle in modo funzionale ed accattivante.

  • Idee di progettazione

Un modo logico per decidere la dimensione del proprio stand fieristico è considerare cosa si vuol fare con l’allestimento. Se si hanno idee elaborate chiaramente si avrà bisogno di uno spazio più grande, se invece si vuole un design funzionale e semplice, sicuramente basterà uno spazio più contenuto. Consultare un’azienda che si occupa della progettazione di allestimenti fieristici può fornire sicuramente qualche prezioso consiglio e case history di stand già realizzati da cui poter prendere spunto per realizzare il proprio.

Quando ci si approccia alla partecipazione in una fiera di settore ed è necessario progettare lo stand fieristico dell’azienda seguendo questi specifici passi se si vuole ottenere il risultato sperato. Fare scelte dettate semplicemente dall’ego o dall’idea personale, può portare a buttare letteralmente via i soldi in uno strumento dalle potenzialità enormi, ma che è importante saper padroneggiare.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


StandFacile ® | LABzerocinque s.r.l.s. Via degli Artigiani, 51 50041 Calenzano, FI Firenze (Italy) | mail: | PEC:
phone: Visual Manager: Savio Brudetti 338-9918038 | PIVA: 06398120482 | C.F.: 06398120482 | REA: | CS: