Allestimenti fieristici: l’importanza di arredare uno stand in modo efficace

Allestimenti fieristici: l’importanza di arredare uno stand in modo efficace

Le manifestazioni fieristiche rappresentano un’occasione ideale ed un evento strategico attraverso cui un’azienda è in grado di aumentare la visibilità del proprio marchio.

Con l’allestimento di stand fieristici è infatti possibile non soltanto impostare nuove relazioni, ma anche consolidare quelle con clienti già esistenti.

Uno stand fiera deve essere in grado di valorizzare gli spazi espositivi per fare in modo sia di catturare gli sguardi dei visitatori che transitano nei pressi, sia di definire in maniera chiara il proprio brand.

Un’azienda che decide di partecipare ad una fiera si propone infatti di raggiungere una sempre maggiore fascia di pubblico per far conoscere le proprie offerte (di prodotti oppure di servizi).

A tale scopo la progettazione di stand fieristici gioca un ruolo decisivo in quanto uno stand in fiera è una specie di biglietto da visita studiato per divulgare al massimo le caratteristiche dell’espositore.

Uno dei principali obiettivi degli allestimenti fieristici è rappresentato dall’opportunità di prevalere visivamente sui competitori per catturare l’attenzione delle persone che transitano vicino agli stand espositivi.

Per promuovere un prodotto è fondamentale circondarlo di una cornice studiata appositamente per farlo risaltare in mezzo ad altri e, a questo scopo, l’allestimento di stand fieristici ben strutturati gioca un ruolo indispensabile.
Un’adeguata presentazione del prodotto influisce notevolmente sul desiderio di acquisto rispetto a quelli concorrenti.

L’attuazione di questo obiettivo dipende per la maggior parte dalla realizzazione di stand fieristici indovinati e progettati tenendo conto delle più perfezionate strategie di marketing.

Chiedendosi come progettare uno stand fieristico il primo aspetto da valutare è quello dello spazio disponibile; lo stand deve essere concepito come un luogo d’incontro e di comunicazione con il potenziale cliente e, come tale, essere accogliente e facilmente accessibile.

L’allestimento dello stand deve essere dotato di altri requisiti: offrire uno spunto interessante a chi lo visita, ma garantire anche estrema funzionalità per rivelarsi veramente efficace.

Studiando come allestire uno stand è possibile optare per due differenti soluzioni: stand espositivi portatili oppure realizzati su misura.
Nel primo caso ci si serve di un noleggio di stand per fiere, mentre nel secondo caso è necessaria una progettazione più impegnativa e costosa.

Scegliendo una ditta di allestimenti fieristici su misura si realizza una soluzione estremamente efficace in quanto personalizzabile in relazione alle proprie esigenze espositive, per attuare la migliore strategia di marketing.

La fase preparatoria che precede l’allestimento vero e proprio presuppone la raccolta dei dati sulle esigenze dell’espositore, sul tipo di prodotto che viene proposto, sul target di clientela che ci si propone di raggiungere e sulle modalità di comunicazione da impiegare.

Bisogna quindi interpretare la strategia dell’azienda per organizzare la pianificazione da parte della ditta di allestimenti fiere, la cui finalità principale è quella di valorizzare al massimo lo spazio espositivo.

Lo stand è un mezzo di comunicazione di estrema importanza e, come tale, deve essere in grado di svolgere alcune funzioni: mostrare un nuovo prodotto, offrire un’adeguata immagine aziendale, rimarcare il suo ruolo nel settore d’appartenenza, stringere nuove relazioni e confermare quelle già esistenti.

Ogni obiettivo dipende da una differente strategia di marketing, collegata soprattutto alla comunicazione visiva.
Le ditte che si occupano della produzione di stand fieristici conoscono bene tali esigenze ed offrono la possibilità di realizzare soluzioni adeguate alle singole necessità.

Una fase preliminare alla progettazione di uno spazio espositivo è quella relativa alla conoscenza della fiera, in quanto lo stand è inserito all’interno di un contesto globale.
A tal proposito è necessario prendere in esame tutti i parametri relativi agli spazi disponibili, alla presenza di aree all’aperto, al numero di espositori, alla stagionalità dell’evento ed al budget disponibile.

Anche l’ubicazione dello stand rappresenta una variabile di notevole rilevanza: la vicinanza all’ingresso, la posizione nel padiglione, la presenza di un corridoio e la disposizione delle fonti luminose (vetrate oppure punti d’illuminazione) sono variabili di estrema importanza.

La distribuzione delle aree funzionali è un’alto aspetto da valutare con attenzione prima di progettare il layout di uno stand espositivo.

Le principali aree funzionali sono le seguenti:

  • reception, è la parte dedicata all’accoglienza e di solito si trova all’ingresso per ricevere i visitatori e fornire informazioni;
  • area espositiva, contenente i prodotti da presentare;
  • area meeting, che è la vera zona business e prevede la presenza di un tavolo per riunioni attrezzato per incontrare il pubblico;
  • area relax, organizzata con divani e poltrone;
  • area food, che è destinata unicamente ad una clientela selezionata;
  • aree funzionali, che vengono impiegate come deposito.

Un altro aspetto di estrema rilevanza è quello dell’architettura dello stand, che prevede l’allestimento di pavimento, pareti e soffitto.
Il pavimento può essere costituito da una pedana in resina o moquette, in grado di evitare qualsiasi tipo di ostacolo per facilitare l’accesso ai visitatori.

Le pareti di solito sono realizzate con pannellature che riportano la grafica del brand della ditta, in plexiglas o vetro.
Il soffitto, quando è presente, serve soprattutto per appendere luci o strutture architettoniche sospese.

Gli stand portatili per fiere, tra cui gli stand pop up, consentono di organizzare gli spazi espositivi con una spesa più contenuta rispetto a quella degli stand fissi, in quanto possono venire riutilizzati più volte.
Gli stand fieristici portatili rappresentano quindi la soluzione ideale quando si configura la necessità di allestire in poco tempo lo spazio fieristico.
Per tali scopi si possono impiegare stand modulari per fiere, che vengono forniti dalle ditte specializzate che operano nel settore.

Tra le idee per gli stand fiera, una delle principali riguarda la scelta dei materiali che devono garantire alcune caratteristiche tecniche indispensabili ai requisiti di sicurezza.
I regolamenti specifici delle fiere prevedono l’impiego di materiali ignifughi con determinati valori di peso e che possono essere montati agevolmente.

La progettazione grafica dello stand deve tenere conto del fatto che il linguaggio cromatico e stilistico svolge un ruolo di primaria importanza per rendere lo stand riconoscibile e facilmente memorizzabile.

Gli allestimenti fieristici di Roma, di Milano e di Rimini possono essere realizzati da ditte specializzate che utilizzano anche stand portatili e che sono contattabili per pianificare al meglio la progettazione.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


StandFacile ® | LABzerocinque s.r.l.s. Via degli Artigiani, 51 50041 Calenzano, FI Firenze (Italy) | mail: | PEC:
phone: Visual Manager: Savio Brudetti 338-9918038 | PIVA: 06398120482 | C.F.: 06398120482 | REA: | CS: